Crea sito

Che cosa sono gli Interventi Assistiti con gli animali?

 ESCAPE='HTML'

Gli interventi assistiti con gli animali sono una co-terapia che si affianca ed integra le normali terapie avvalendosi della presenza dell’animale e delle sue caratteristiche.
Il termine pet therapy fu coniato dallo psichiatra Boris Levinson nel 1953, quando durante una seduta con un bambino autistico ebbe modo di constatare come la presenza occasionale del suo cane aiutasse a rilassarsi ed assumere un atteggiamento più disponibile nei confronti del terapeuta. La coppia uomo/animale lavora a stretto contatto con l’èquipe socio-sanitaria della struttura in cui si attiva il progetto e assieme a loro viene formulato un progetto specifico.
Con la definizione di interventi assistiti con gli animali si indica una serie complessa di utilizzi del rapporto uomo/animale in campo medico e psicologico. Al personale che realizza l’attività è richiesta una buona conoscenza a livello tecnico delle caratteristiche degli animali coinvolti e delle diverse problematiche seguite. La Legge Regionale sulla Pet Therapy è stata approvata il 22 marzo 2012 (L.R 154) dal Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia.

Nella Legge regionale n° 8  del 12 aprile 2012 vengono specificate le Norme in materia di terapie e  attività assitite con gli animali (pet therapy). Il 24 ottobre 2014 vengono approvate dalla Regione Friuli Venezia Giulia le Linee guida in materia di interventi assistiti con animali.  Il 1 ottobre 2015 con la Delibera 1906 la Regione Friuli Venezia Giulia definisce ed approva la terapia assistita con gli animali (TAA) e l'attività assistita con gli animali (AAA) riconoscendone il valore terapeutico e riabilitativo.  
 

Oggi è ormai diffusa la nozione che un animale da compagnia, oltre a garantire la sostituzione di affetti mancanti o carenti, possa favorire i contatti interpersonali attraverso meccanismi di facilitazione sociale. Negli ultimi decenni è stato dimostrato un effetto diretto del legame con un animale da compagnia su parametri psicofisiologici collegati alla saluta umana. La vicinanza con un animale da compagnia è stata associata con un minor rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, con una minore concentrazione di ormoni indicatori di stress nonché con il rilascio di neurotrasmettitori capaci di facilitare i rapporti sociali.

In questo senso la relazione con un pet, aiuta ad affrontare condizioni di stress o di conflittualità, rappresenta un potenziale supporto per individui con problemi di comportamento sociale e di comunicazione, come bambini, anziani, disabili, pazienti psichiatrici. 
 

Gli Interventi Assistiti con gli Animali (IAA) si classificano in:


Attività Assistite con gli Animali (AAA)

E' un intervento ludico-ricreativo e di socializzazione attraverso il quale si promuove il miglioramento della qualità della vita e la corretta interazione uomo-animale. Nelle AAA la relazione con l’animale costituisce fonte di conoscenza, di stimoli sensoriali ed emozionali. Tali attività sono rivolte al singolo individuo o ad un gruppo di individui e promuovono nella comunità il valore dell’interazione uomo-animale al fine del reciproco benessere. Non rientrano nelle AAA le attività sportivo-agonistiche con animali.

Educazione Assistita con gli Animali (EAA)

E' un intervento educativo cha ha la finalità di promuovere, attivare e sostenere le risorse e le potenzialità di crescita e progettualità individuale, di relazione e inserimento sociale delle persone in difficoltà. L'intervento può essere di gruppo o singolo e promuove il benessere delle persone nei propri ambienti di vita. L'EAA contribuisce a migliorare la qualità di vita della persona e a rinforzare l'autostima. Attraverso la mediazione degli animali domestici vengono attuati anche percorsi di rieducazione comportamentale.

L'EAA trova applicazione in diverse situazioni quali: prolungata ospedalizzazione o ripetuti ricoveri in strutture sanitarie, difficoltà dell'ambito relazionale nell'infanzia e nell'adolescenza, disagio emozionale e psicoaffettivo, difficoltà comportamentali e di adattamento socio-ambientale, situazioni di istituzionalizzazione di vario tipo (istituti per anziani, per pazienti psichiatrici, residenze sanitarie assistenziali, comunità per minori, etc.), condizioni di malattia e/o disabilità che prevedono un programma di assistenza domiciliare integrata. Nell'EAA si definiscono gli obiettivi che si intendono raggiungere con l'utente e vi è una periodicità nella valutazione/verifica dei risultati raggiunti. La finalità di questo intervento è di tipo educativo, ludico. affettivo e di attivazione della creatività.

 

Terapia Assistia con gli Animali (AAT)

E' un intervento a valenza terapeutica finalizzata alla cura dei disturbi della sfera fisica, neuro e psicomotoria, cognitiva, emotiva e relazionale, rivolto a soggetti con patologie fisiche, psichiche, sensoriali o plurime, di qualunque origine. L'intervento è personalizzato sul paziente e richiede apposita prescrizione medica. E' un intervento terapeutico con obiettivi specifici e predefiniti.  Gli animali coinvolti devono avere determinati requisiti dato che sono parte integrante del trattamento (Ministero della Salute 2010). Il progetto viene realizzato su indicazioni sanitarie e psico-relazionali fornite dal medico. Le TAA sono state incluse nell'offerta terapeutica del Sistema Sanitario Nazionale, che riconosce gli interventi assistiti con animali e prevede la sua applicazione in vari ambiti, come ad esempio quelli fisiologici, riabilitativi, psicosociali, cognitivi, psicologici in senso stretto pur non essendo ancora una delle terapie incluse nei livelli essenziali di assistenza (L.E.A.) come prestazione a carico del Sistema Sanitario Nazionale. 

 ESCAPE='HTML'

Le normative italiane che regolamentano gli interventi assistiti con gli animali

Accordo tra il Governo, le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano sul documento recante “Linee guida nazionali per gli interventi assistiti con gli animali (IAA)”  sancito il 25 marzo 2015.
Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali – Istituzione di nuovi Centri di referenza nazionali nel settore veterinario (09A11290) – G.U. Serie Generale n. 225 del 28 settembre 2009. 
Accordo Stato-Regioni sul benessere degli animali da compagnia e pet-therapy – 6 febbraio 2003.

Recepimenti delle Linee guida

Di seguito è pubblicato l’elenco, in continuo aggiornamento, delle Regioni e Province autonome che hanno recepito l’Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sul documento recante “Linee guida nazionali per gli interventi assistiti con gli animali (IAA)” del 25 marzo 2015.

Emilia-Romagna
Deliberazione della Giunta Regionale – 8 giugno 2015, n. 679 BUR n. 136 del 17/06/2015 (Parte Seconda)
Friuli Venezia Giulia
Deliberazione della Giunta Regionale – 1 ottobre 2015, n. 1906 BUR n. 41 del 14/10/2015 

Legge Regionale n° 5 del 13/05/2015 Modifiche alla legge regionale 11 ottobre 2012, n. 20

Linee guida per gli interventi assistiti con gli animali (IAA) approvate con Deliberazione della Giunta regionale n.1967 del 24.10.2014

Legge Regionale n° 20 dell'11/10/2012 della Regione Friuli Venezia Giulia: " Norme per il benessere e la tutela degli animali di affezione"

Legge Regionale  n° 8 del 12/04/2012 della Regione Friuli Venezia Giulia: "Norme in materia di terapie e attività assistite con animali (Pet Therapy)"

http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/salute-sociale/igiene-urbana-veterinaria/FOGLIA10/
Lazio
Decreto del Commissario ad Acta – 9 marzo 2016, n. U00070 BUR n. 22 del 17/03/2015
Liguria
Deliberazione della Giunta Regionale – 30 luglio 2015, n. 842 BUR n. 34 del 26/08/2015 (Parte Seconda) – Informazioni
Toscana
Deliberazione della Giunta Regionale – 30 novembre 2015, n. 1153 Provvedimento
Valle d’Aosta
Deliberazione della Giunta Regionale – 20 novembre 2015, n. 1680 BUR n. 50 del 15/12/2015  -Informazioni Provvedimento dirigenziale n. 147/2016 recante “Approvazione della modulistica di cui al punto 4 dell Dgr n. 1680/2015 recante “Recepimento dell’accordo in data 25/03/2015, ai sensi degli articoli 2, comma 1, lettera B) e 4, comma 1 del D.Lgs n. 281/1997, tra il Governo, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano sul documento recante “Linee guida nazionali per gli interventi assistiti con gli animali (IAA)” e approvazione di disposizioni regionali attuative dell’accordo stesso”
Provvedimento
Veneto
Deliberazione della Giunta Regionale – 23 febbraio 2016, n. 170
Estratto del verbale – L’efficacia del provvedimento decorre a partire dalla pubblicazione sul BUR

 

L'attività viene svolta su appuntamento dalle 14.00 alle 18.00 il lunedì, il martedì, il giovedì e il venerdì. 

Il sabato dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00.